Ri_Bâtiment in moving 3

Ri_Bâtiment in moving 3

da un’idea di Alberto D’Amico, Massimo Arduini in collaborazione con Tino Franco e Nel Blu Studios

16 giugno 2015 proiezioni ore 19.00 e 20.30 – via Montello 2, roma

VIDEO

ALBERTO D’AMICO: Amavo Batman – 2015 durata 1’28’’ (jpg da video camera)

ARACELI MARTINEZ GARCIA: Corrupcion1 2008 durata 1’36’’ (videocamera digitale)

CHIARA GIORGETTI: La Casa e La regina della casa – 2015 durata 5’08” (cut-up e fotocamera digitale)

CLAUDIA MURATORI: Latitudine – 2014 durata 4’40’’ (animazione da supporto digitale)

DELPHINE VALLI: Forse mi volevi più cattivo – 2014 durata 2’20’’ (Ipad camera)

LEO CANALI: Battesimo di gesù – 2014 durata 2‘51” (fotocamera digitale Canon 5D)

MARIANNA SCIVERES: Male nostro (un episodio) – 2014 – durata 5’ (Fotocamera digitale)

MARIA TERESA SAMMARCO: Electrum in vulgo – 2014 durata 4’ (videocamera digitale full HD)

MASSIMO ARDUINI: En travesti 2 – 2014 durata 1’15” (fotocamera digitale Canon 500D)

MATTEO MARTONE e CLAUDIA SASSO: Video demenziale – 1998 durata 1’20” (DVcam)

DELUDO PIACENTUZZI: Razzo in cielo, di Pino Pascal – 2015 durata 5’ (perfomance cinetica fantasmatica)
RITA MANDOLINI: Ora – 2015 durata 30’’ (fotocamera Reflex Digitale) –

ROBERTO PILONI: Filocontinuo – 2015 durata 2’02’ (stop motion da fotocamera digitale)

SILVIA STUCKY: Il giardino degli alberi riflessi – 2010 durata 2’20” (videocamera digitale)

SIMONE BERTUGNO: La mouche – 2015 durata 2’ (telefono samsung galaxy)

TINO FRANCO e ROBERTO PIERBATTISTI: Una Piramide di merda (Bâtiment D’Ami) – 2015 durata 5’ (betacam)

VITALIANO TETI e FEDERICO ROMANELLO: Rewind – 2011 durata 2’39’’ (handycam nini-DV)

Torna Ri-bâtiment_in moving nella sua terza versione di “auto-mutua-proiezione”. La formula, sempre più randomica ed omeopatica, viene ripresentata a breve giro della precedente, negli spazi di Nel Blu Studios. Un’Associazione Culturale che si occupa di cinema (http://www.nelblustudios.com) e sede dell’ANAC (http://www.anac-autori.it) gestita da Tino Franco con la collaborazione di Daniele e Simone Scardecchia e Giuliano Lustrati. Dunque Alberto D’Amico, Massimo Arduini e Tino Franco ripresentano la nuova ‘’piccola follia’’, in un’unica serata, con due proiezioni che si seguiranno: alle 19,00 ed alle 20,30. All’interno delle quali assisteremo anche ad un video “llive”. Di nuovo una proposta d’impegno filmico come assemblaggio di una visionarietà articolata e stratificata: una sorta di montaggio del montaggio nella prospettiva, come avrebbe detto Pasolini, di riproporre la realtà da diverse angolazioni. Il senso che accomuna tale operazione è quasi una sorta di terapia o training preparativo ad un qualcosa da realizzarsi. Materiali eterogenei, provenienze diverse, attitudini e linguaggi di varia estrazione creano un melting pot parossistico nella sequenza di montaggio la cui logica si sposta continuamente fra temporalità e richiami. Come per le passate edizioni il titolo si rifà alla manifestazione/occupazione espositiva Bâtiment D’Ami la cui natura era di portare il fare arte negli spazi abitativi, un’intera palazzina. Ci si ricollegava alla Chambres d’Amis di Jan Hoet, nel 1986, sebbene in una prospettiva allo stesso tempo alleggerita e di maggior dialogo con gli spazi. In questa terza edizione di Ri-Bâtiment in moving ritroviamo in parte gli autori delle precedenti edizioni ed in parti delle nuove presenze.

I video spaziano tecnicamente fra animazioni, documentari e video-clip. La brevità è sicuramente un aspetto che agli ideatori premeva mettere in campo, proprio per un “lavoro” in prospettiva e di gruppo, in quella tensione a proiettare e sperimentare forme di movimento.

Lo Studio Campo Boario nasce in uno spazio progettato dall’architetto Quadrio Pirani nel 1950. La sua posizione fortemente evocativa, a ridosso delle Mura Aureliane, di fronte alla Piramide Cestia e al Cimitero Acattolico, sembra aver facilitato la vocazione dello studio all’incontro ponendosi il fine ambizioso di far dialogare non solo le arti tra loro (cinema, arti visive, musica, architettura, scrittura) ma anche con la scienza, l’economia e la ricerca in genere.
Fin dal 1991 lo Studio Campo Boario ospita numerosi eventi. Dal 2007 lo spazio propone con regolarità le serate di Piramide Channel, condivisione visiva di corti e lungometraggi, documentari, videoarte e film d’animazione, presentati dagli autori, da storici e critici. Nel 2010 lo Studio Campo Boario e Piramide Channel partecipano con un evento collaterale, la rassegna di documentari Roma/Intorno a Roma, alla Festa dell’Architettura di Roma Index-Urbis, evento replicato all’interno della rassegna Architettura a Confronto tenuta nello Studio nel 2011. Sempre nel 2011 sono iniziati gli incontri del Caffè Scientifico, ovvero temi complessi proposti in forma divulgativa.

ANAC

Roma, via Montello 2 – 00195

© ANAC

Codice fiscale: 97010300586