Presentazione del libro “Le forme della violenza. Cinema e dintorni”

Il 6 settembre alle ore 13 nello spazio della Regione Veneto Hotel Excelsior al Lido di Venezia, nell’ambito della 75 edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica “La Biennale di Venezia”,  fra gli eventi collaterali avrà luogo il dodicesimo appuntamento annuale dedicato alla cinematografia internazionale che vede come Testimonial Gianni Bisiach, promosso dal Centro Studi di Psicologia dell’Arte e Psicoterapie Espressive con la partecipazione di SNCCI, ANAC, AGIScuola, GSA Giornalisti Specializzati, AGE, CONSCom, Le donne del vino, Cento Autori, Tulipani di seta nera,  CINIT, Centro Studi Cinematografici, La Pellicola d’Oro, Moviplayer, Carte di Cinema, Diari di Cineclub, Taxidrivers, E-ho Times, Ilcittadinoonline, Il Parere dell’Ingegnere.

Durante l’evento verrà presentato: Le forme della violenza. Cinema e dintorni, Efesto Edizioni Collana De Ortibus ed Occasibus, questo il titolo del XIIo volume a cura di Paola Dei, con la prefazione di Franco Mariotti, regista, operatore culturale e direttore artistico di Primo Piano sull’Autore. In copertina un dipinto della giovane pittrice slovena Brina Elizabeta Blaz. Le varie sezioni del libro sono state curate da Michela Curridor, Maria Cristina Nascosi Sandri, Maria Linda Germi, Francesca Santucci, Fernando Popoli. Fanno parte del Comitato Scientifico Accademici e critici Internazionali. Fra gli autori critici cinematografici, accademici, storici, esperti di cinematografia fra cui Gianni Bisiach, Anna Pavignano, Cristiana Paternò, Isabel Roussinova, Alma Daddario, Eliana Lo Castro Napoli, Maria Cristina Nascosi Sandri, Michela Curridor, Maria Linda Germi, Ornella Orlandoni Van Bus, Francesca Santucci. Gerry Guida, Giovanni Curtis, Marco Vanelli, Ruth Hampe, Leila Tavi, Sarah Mataloni, Rossella Melchionna, Marco Minniti, Marina Pavido, Roberto Iacomucci, Valentina D’Amico, Catello Masullo, Paola Tassone, Fernando Popoli, Paola Dei. Il testo contiene inoltre saggi del critico Valerio Caprara e del sociologo Maurizio Lozzi.

Arricchiscono le pagine del testo le opere di Antonio Sodo, Gianni Savarese, Vincenzo Sorrentino, Maria Pina Costanzo, Emanuela La Marca, foto di Diego d’Attilio.

Il libro intende analizzare a tutto tondo Le forme della violenza attraverso opere senza tempo che hanno fotografato con la macchina da presa situazioni che ci permettono di non ignorare un fenomeno del quale quotidiani e media ogni giorno ci parlano. Nel corso dell’Evento la giovane pittrice slovena Brina Elizabeta Blaz donerà un quadro  raffigurate  S.Giorgio che uccide il Drago a Le donne del vino per ricordare  Donatella Briosi sommelier uccisa dal marito nel mese di giugno. Lo ritirerà Giulia Frova della tenuta Il Corno. La voce di Manuel Laghi, project manager culturale e presidente di Arte…Sii, leggerà alcune poesie disseminate nel testo. A seguire il Premio intitolato a Gregorio Napoli con la presenza della moglie Eliana che quest’anno verrà consegnato a Valerio Caprara, storico e critico cinematografico di fama internazionale. Il riconoscimento andrà anche alla giornalista Cinematografica Annamaria Piacentini, scrittrice biografa di Franco Zeffirelli e una segnalazione speciale a Paolo Micalizzi. Il medaglione raffigurante Gregorio Napoli é un’opera realizzata dal Maestro Antonio Sodo, artista salentino che ci accompagna da molti anni in questo Evento. Sullo schermo verranno proiettate coreografie di Paola Scoppettuolo, che ha rappresentato la violenza femminile attraverso le foto di Diego d’Attilio.

ANAC

Roma, via Montello 2 – 00195

© ANAC

Codice fiscale: 97010300586