La scomparsa di Giorgio Arlorio

Intellettuale di grande finezza e cultura, Giorgio Arlorio ha attraversato la storia del cinema e della televisione italiani tenendosi sempre un passo indietro rispetto alla richiesta di protagonismo dei nostri tempi, conducendo la sua vita e la sua professione artistica in modo sempre discreto e umanamente disponibile. Si è distinto per impegno civile nelle battaglie della nostra Associazione. La passione per la letteratura l’ha condotto alla sceneggiatura della quale trasmetteva come elementi fondamentali: la collaborazione, la creazione, la ricerca. E’ stato narratore dei fatti e dei misfatti della nostra società lavorando con Age e Scarpelli, Rodolfo Sonego, Franco Solinas e con grandi registi come Steno, Gillo Pontecorvo, Carlo Lizzani, Nanni Loy, Dino Risi, Mario Camerini, Mario Monicelli, Mauro Bolognini.
Giorgio Arlorio appartiene a pieno titolo ad una grande generazione di autori che ci hanno permesso di capire la natura profonda del fare cinema.

Abbracciamo forte Luda e Sasha.
La camera ardente sarà allestita sabato 27 alle ore 10 alla Casa del Cinema

ANAC

Roma, via Montello 2 – 00195

© ANAC

Codice fiscale: 97010300586