ANAC - Associazione Nazionale Autori Cinematografici

 
 

GLI EFFETTI COLLATERALI DEL 38° FANTAFESTIVAL A PALAZZO MERULANA
18 luglio 2018

 
Nella rassegna “Nuovo Fantastico Italiano”, organizzata dall’associazione Nel Blu Studios, con il patrocinio dell’Anac, saranno proposti alcuni film vincitori delle ultime edizioni del Fantafestival che da sempre ha una particolare attenzione al cinema indipendente di genere.
 
Il 19 luglio alle ore 19,00 apre la rassegna ed inaugura lo spazio cinema con un omaggio al maestro Ugo Gregoretti, 
Omicron di Ugo Gregoretti, con Renato Salvatori (Italia, 1963, 102 min.)
Omicron alla Sgurgola di Ugo Gregoretti, con Renato Salvatori (Italia, 1963, 20 min.)
 
20 luglio alle ore 19,00
I vampiri sognano le fate d’inverno [9′ – cortometraggio – Claudio Chiaverotti, 2016]
Almost Dead [1h23′ – lungometraggio – Giorgio Bruno, 2016]
 
21 luglio alle ore 19,00
Varicella [14′ – cortometraggio – Fulvio Risuleo, 2015]
Fantasticherie di un passeggiatore solitario [1h27′ – lungometr. – Paolo Gaudio, 2015]
 
22 luglio alle ore 19,00
Birthday [15′ – cortometraggio – Alberto Viavattene, 2017]
Index Zero [1h22′ – lungometraggio – Lorenzo Sportiello, 2014]
 
23 luglio alle ore 19,00
Versipellis [25′ – cortometraggio – Donatello Della Pepa, 2011]
Oltre il guado [1h40′ – lungometraggio – Lorenzo Bianchini, 2013]
 
Le proiezioni saranno precedute da un breve incontro con gli autori dei film e saranno precedute da una visita al museo e nel costo del biglietto d’ingresso sarà compresa l’aperi-cena in terrazzo.
 
Palazzo Merulana, via Merulana 121,  Roma
 
 

 


 
Si è tenuto oggi – 18 luglio 2018 – al Collegio Romano l’incontro del ministro Bonisoli e della sottosegretario con delega al cinema Borgonzoni. Il ministro ha ascoltato con attenzione l’intervento Anac prendendo appunti, in particolare sulla necessità di aumentare le risorse inserendo nel prelievo fiscale anche le Ott e sull’urgenza di stornare i costi degli Enti pubblici dai selettivi.
 
Questo il  documento Anac presentato.
 
 

 

Comunicato congiunto associazioni su SIAE
10 luglio 2018

 

Le associazioni degli autori dell’audiovisivo considerano la sequenza di eventi che negli ultimi mesi hanno colpito negativamente l’immagine della Siae – risultanze preliminari dell’istruttoria Antitrust; persistente rifiuto di Rai e Sky di rinnovare i contratti scaduti; rinvio della direttiva europea sul copyright; basse insinuazioni daparte di profit collecting attraverso la stampa – come una delle ondate più violente di attacchi contro gli autori e i loro diritti, acquisiti dopo anni di battaglie.

Chi ne muove i fili utilizzando strumentalmente alcuni principi della direttiva europea, come la liberalizzazione, punta a dividere il fronte delle componenti interne alla Siae con l’obiettivo di demolire questo presidio no-profit che ha storicamente difeso l’equa remunerazione per lo sfruttamento di ogni opera creativa. Ed è ormai evidente come l’obiettivo non sia quello di garantire una migliore gestione della Siae (che dopo la stagione del commissariamento ha riportato in ordine i conti), bensì di annacquare lo stesso principio alla base del diritto d’autore per potersene impossessare.

In questo senso, ad esempio, va inquadrato il tentativo da parte dei broadcaster di trattenere la quota indivisa dell’equo compenso: un vero e proprio atto di appropriazione indebita, in quanto si può ragionare sulle modalità di redistribuzione della stessa, ma senza mettere in discussione che appartenga in via esclusiva agli autori e che siano loro i soli legittimati a disporne. Ci chiediamo dunque quali strumenti mettere in campo per tutelarci, a cominciare dalla prossima assemblea degli azionisti del servizio pubblico che chiamerà la Siae a ratificare le nuove nomine, mentre la Rai da quattro anni trova ogni espediente per non rinnovare il contratto di utilizzazione per tutti i repertori e, nel caso dell’audiovisivo, continua ad accumulare un debito con gli autori ai quali versa solo il 70 per cento di quanto dovrebbe per la programmazione massiccia delle loro opere.

È dunque questo il momento di mostrarci forti, determinati e uniti per scongiurare il rischio di vedere la Siae polverizzarsi. Dobbiamo difenderci mostrando all’esterno una forte compattezza e decidendo rapidamente quale controffensiva mettere in atto.

Chiediamo quindi a tutte le componenti della Siae ciò che è sempre stato invocato: di anteporre al costruttivo e anche aspro dibattito interno la difesa degli interessi di tutti. In caso contrario, rischiamo di esporre il fianco all’offensiva di chi vuole cancellare una delle più importanti esperienze di comunità degli autori mai esistita in Italia.

Roma, 10 luglio 2018

 100 AUTORI | AIDAC | ANAC | WGI | ASIFA | DOC.IT


 

Trieste: 19° edizione di ShorTS International Film Festival 2018
8 luglio 2018

 

Si è conclusa sabato 7 luglio 2018, con la cerimonia di premiazione in piazza Verdi alle ore 20.30 la 19° edizione di ShorTS International Film Festival. La manifestazione triestina ha annunciato i vincitori 2018 delle diverse sezioni competitive, confermando il proprio impegno nella ricerca di nuovi panorami cinematografici.

Per quanto riguarda il premio ANAC alla migliore sceneggiatura è stato assegnato, a mezzo del delegato regionale dell’Associazione Francesco Cenetiempo, a La terra dell’abbastanza di Damiano e Fabio D’Innocenzo (Italia, 2018) con la seguente motivazione:

“Per la loro scrittura affilata, deragliante e acida che descrive un paesaggio di “banlieue” italiana dove un gruppo di giovani trascinano la loro esistenza verso un epilogo che non può essere dei migliori, il premio va a Damiano e Fabio D’Innocenzo. Lontano dagli stereotipi sull’emarginazione sociale, quello che prorompe dalla sceneggiatore de La terra dell’abbastanza è una livida fotografia non semplificata delle nostre periferie, immagine tridimensionale delle anime che le abitano, nitido e implacabile specchio della contemporaneità.”

                                     I fratelli D’Innocenzo con Francesco Cenetiempo


 

La scomparsa di Carlo Vanzina

 

Carlo Vanzina se ne andato, ancora giovane e pieno di creatività. Sì, Carlo era erede della grande famiglia del cinema italiano, dell’arte della commedia, ma soprattutto era uno degli ultimi artisti del “noi”. I padri di quel cinema, di cui era figlio in tutti i sensi, praticavano infatti il principio del porsi un passo indietro rispetto a ciò che si crea. Carlo non soltanto praticava il “noi” lavorando in coppia con Enrico (cui va tutto il nostro affetto e una grande abbraccio), ma appunto si teneva in disparte, realizzava film, non cercava celebrazioni. Anche per questo Carlo è rimasto giovane sino alla fine, non solo anagraficamente. Le celebrazioni di dopo vengono ora.

Giacomo Scarpelli per l’ANAC


 

ELEZIONI SIAE 26 luglio 2018 – tutte le informazioni
4 luglio 2018

 

Dopo le mancate elezioni SIAE del 13 giugno scorso, dovute al malfunzionamento del voto elettronico, l’Assemblea degli Associati è stata  riconvocata per il prossimo 26 luglio 2018 a Roma presso il Palazzo dei Congressi sito in Viale della Pittura, 50 di fronte la sede SIAE di Roma-Eur.

L’ordine del giorno prevede:

1) la nomina dei 36 componenti del Consiglio di Sorveglianza (i quali in seguito  eleggeranno il Consiglio di Gestione ed il Presidente della SIAE);

2) l’adozione delle linee guida SIAE di competenza dell’Assemblea generale;

3) l’eventuale decisione di nominare l’Assemblea dei delegati composta da 32 membri.

Ogni associato può partecipare all’Assemblea generale in 3 modi, purché in regola con il pagamento della quota associativa 2017:

1) partecipando personalmente all’Assemblea;

2) delegando un rappresentante che partecipi personalmente all’Assemblea;

3) votando on-line da remoto nello stesso giorno e ora dell’Assemblea.

Ogni associato può esprimere 1 voto più tanti voti quanti sono i diritti d’autore lordi incassati nel corso del 2017. Chi è iscritto al nuovo portale SIAE può accedere e vedere il montante di voti esprimibili presente nella sezione “Elezioni”.

VOTO IN ASSEMBLEA A ROMA E PREVENTIVA REGISTRAZIONE

Per poter partecipare e votare nell’Assemblea a Roma, gli associati e i portatori di deleghe dovranno preventivamente essere in possesso del “biglietto di ammissione all’Assemblea” contenente il numero di voti esprimibili (vedi qui il fac-simile  scaricato dal Nuovo Portale SIAE).

Tale biglietto di ammissione:

1) viene inviato tramite la PEC gratuita che SIAE ha attivato a tutti gli associati;

2) può essere scaricato dagli associati registrati al nuovo Portale SIAE (sez. “profilo”);

3) può essere ritirato direttamente a Roma prima dell’inizio dell’Assemblea.

Oltre al “biglietto di ammissione” sono necessari i seguenti documenti:

1) per l’associato Autore, il proprio documento di identità;

2) per l’associato Editore (Ditta individuale, Società/Ente), un’autocertificazione del titolare/legale rappresentante ed il suo documento d’identità.  

LA DELEGA AL VOTO

L’associato Autore o Editore che intenda delegare il proprio voto può farlo a favore di qualsiasi persona (anche non associata SIAE) ad eccezione dei componenti uscenti degli Organi sociali e dei dipendenti della SIAE.

Ogni persona eventualmente delegata non può portare in Assemblea più di 10 deleghe.

La delega va compilata in ogni sua parte, specificando la sezione (o le sezioni) di appartenenza (Musica, Dor, Lirica, Olaf, Cinema) dell’associato autore e, nel caso di Editore delegante, la delega deve riportare tutti i dati dell’impresa. 

L’associato delegante (Autore o Editore) deve autenticare la propria firma dal Notaio, dal Cancelliere del Tribunale o in Comune. In quest’ultima ipotesi, considerata la differente interpretazione delle norme, è consigliabile verificare preventivamente la disponibilità all’autentica. A riguardo leggi qui alcune info.

Scarica qui il modello di delega per gli Autori.

Scarica qui il modello di delega per gli Editori.

E’ bene ricordare che gli Editori, oltre alla delega, dovranno firmare anche l’autocertificazione del titolare/legale rappresentante. Tale autocertificazione, a differenza della delega, NON deve essere autenticata ma dovrà essere esibita in originale.

N.B.: è possibile firmare la delega elettronicamente a mezzo di apposito strumento di firma digitale (rilasciato da Camera di Commercio, Aruba, ed altri intermediari abilitati) e NON con la semplice scansione della firma. In tal caso la delega va inviata esclusivamente a mezzo PEC entro le ore 11:00 dell’11 giugno 2018 all’indirizzo PEC della SIAE: elezioni2018@pec.siae.it    

Per autenticare le nuove deleghe, la notaio Francesca Bissatini, Via Gioacchino Rossini 7, 06/68.61.642, è disponibile a ricevere i delegati e i deleganti al voto martedì 10, 17 e 24 luglio, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 18.

PER ISCRIZIONE MODALITA’ VOTO ELETTRONICO (SOLO DA REMOTO)

Gli associati che vorranno utilizzare la modalità del voto elettronico possono comunicarlo al numero 06 5990.5990 da oggi e fino al 9 luglio (domenica 8 luglio esclusa). Il numero sarà attivo dalle ore 9.00 alle ore 17.00 fino al 7 luglio e dalle ore 9.00 alle ore 14.00 del 9 luglio. In alternativa  possono comunicare di voler utilizzare il voto elettronico  scrivendo all’indirizzo:assembleagenerale2018@siae.it . Tale servizio è attivo dal 2 al 9 luglio, domenica inclusa.

SUPPORTO

Per richiedere supporto alla SIAE è possibile chiamare il n. tel. 06 59905400 o inviare una richiesta di assistenza mediante il seguente link: www.siae.it/it/supporto


 

37° PREMIO INTERNAZIONALE ALLA MIGLIORE SCENEGGIATURA “SERGIO AMIDEI” Gorizia 12 – 18 luglio 2018
2 luglio 2018

 

In questa 37 esima edizione il Premio alla miglior Sceneggiatura nel nome di Sergio Amidei, uno dei numi tutelari della scrittura cinematografica, vulcanico autore di alcuni dei più bei film della storia del cinema italiano (ebbe tra l’altro quattro nomination all’Oscar), da Roma Città Aperta, a Paisà, a Sciuscià, a Le ragazze di Piazza di Spagna, solo per citarne alcuni.

Sono passati 37 anni sa quel lontano 1981, quando il sodalizio amideiano, formato da uno sparuto gruppo di cinefili animavano una città di provincia qual’era Gorizia, ancora immersa in una “cortina di ferro” che faceva acqua da tutte le parti.

Oggi la manifestazione, e lo ha dimostrato concretamente negli anni, può autodefinirsi, senza alcun pudore, come uno degli appuntamenti culturali di maggior spicco nello scenario degli eventi cinematografici nazionali. Quest’anno offrirà quasi 60 proiezioni, oltre 15 eventi tra incontri e presentazioni di libri in 7 giorni di programmazione. Articolate attorno ai tre Premi principali che scandiranno il programma della manifestazione — il Premio alla Migliore Sceneggiatura, il Premio all’Opera d’Autore e il Premio alla Cultura Cinematografica — le sezioni tematiche curate da docenti, critici ed esperti, che si avvicenderanno nella discussione di quello che è il tema cardine dell’edizione 2018, “La cultura dell’identità”.

Le pellicole in concorso sono 8 e sono state selezionate dalla giuria del Premio composta da Massimo Gaudioso, Doriana Leondeff, Francesco Bruni, Marco Risi, Silvia D’Amico, Giovanna Ralli e, da questa edizione, Francesco Munzi.

In concorso per la migliore sceneggiatura le seguenti pellicole: Come un gatto in tangenziale (regia: Riccardo Milani, sceneggiatura: Furio Andreotti, Giulia Calenda, Paola Cortellesi, Riccardo Milani), Loveless (regia:AndrejZvyagintsev sceneggiatura: Oleg Negin), La casa sul mare (regia: Robert Guédiguian, sceneggiatura: Serge Valletti, Robert Guédiguian), L’ora più buia (regia: Joe Wright, sceneggiatura: Anthony McCarten), L’insulto (regia: Ziad Doueiri, sceneggiatura: Ziad Doueiri, Joëlle Touma), Chiamami col tuo nome (regia: Luca Guadagnino, sceneggiatura: Luca Guadagnino, James Ivory), Nico, 1988 (regia: Susanna Nicchiarelli, sceneggiatura: Susanna Nicchiarelli), Easy – Un viaggio facile facile (regia e sceneggiatura: Andrea Magnani).

 Il Premio all’Opera d’Autore – riconoscimento conferito in passato ad autori quali Álex de la Iglesia, Ken Loach, Abbas Kiarostami, Paul Schrader, Patrice Leconte, Carlo Verdone, Paolo e Vittorio Taviani, Edgar Reitz, Silvio Soldini solo per citarne alcuni – sarà attribuito a Mario Martone, regista e sceneggiatore cinematografico con la passione per il teatro (e viceversa). Autore poliedrico con una specifica vocazione: ricercare e rendere pubblica, in chiave poetica, quelle verità nascoste che si annidano e insidiano il profondo dell’animo umano. Il Premio proietterà una selezione delle opere del regista tra cui Morte di un matematico napoletano ( 1992), Antonio Mastronunzio pittore sannita (1994), L’amore molesto (1995), La salita (1997), Teatro di guerra (1998), La terra trema (1998), L’odore del sangue (2004), Noi credevamo (2010), Il giovane favoloso (2014), Pastorale cilentana (2015).

La presenza dell’estro partenopeo continua con “Spazio Off”, dedicato al “cinema invisibile”, curato da Roy Menarini (che durante le giornate del Premio presenterà anche il suo ultimo libro, Il discorso e lo sguardo. Forme della critica e pratiche della cinefilia, Diabasis 2018 ) e intitolato “Il Nuovissimo Cinema Napoletano” che focalizzerà lo sguardo sulla sua recente produzione cinematografica come L’intrusa (Leonardo di Costanzo, 2017), L’equilibrio (Vincenzo Marra 2017), La parrucchiera (Stefano Incerti, 2017) Il cratere (Silvia Luzi, Luca Bellino, 2017) Falchi (Toni D’Angelo, 2017), Gatta Cenerentola (Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Alessandro Rak, Dario Sansone, 2017).

Anche quest’anno si rinnoverà l’appuntamento con il “Premio alla Cultura Cinematografica” che quest’anno verrà assegnato a Paolo Mereghetti per la sua lunga attività di critico cinematografico.

Il ricco programma dell’Amidei si articolerà, ancora, in stanze tematiche che offriranno spunti di approfondimento come “Dialoghi sulla sceneggiatura” a cura di Matteo Oleotto, “Pagine di Cinema”, spazio dedicato alla letteratura cinematografica, “Racconti privati, memorie pubbliche: storie dal margine” a cura di Diego Cavallotti, che inizierà con una dedica all’artista visiva americana Sadie Benning e con la proiezione delle sue opere video principali. A seguire un’antologia di immagini di alcuni film nati all’interno dei Cineguf, associazioni dei Gruppi Universitari Fascisti e fucina del “cinema sperimentale” italiano a partire dagli anni Trenta.

Per maggiori informazioni  http://www.amidei.com


 

SIAE – Sezione Cinema
27 giugno 2018

 

Riceviamo e inoltriamo questa precisazione da parte della SIAE in merito all’ultima ripartizione della Sezione Cinema

Nella ripartizione di giugno 2018, la Sezione Cinema ha distribuito agli aventi diritto 9,1 milioni di 
euro. Si è trattato della prima ripartizione in cui, per le emittenti generaliste Rai e Mediaset (che rappresentano tuttora gli utilizzatori più remunerativi) si è distribuito un periodo trimestrale (in questo caso, luglio-settembre 2017) anziché semestrale. E’ stato distribuito anche l’acconto di Sky (esercizio 2016-17) in attesa della chiusura del conguaglio.
Complessivamente, il dato è in linea con le ripartizioni 2017, con le quali la Sezione ha distribuito 32,6 milioni di euro in 3 ripartizioni. Con il passaggio a 4 ripartizioni, finora nel 2018 sono stati distribuiti complessivamente 23,2 milioni (il 71% dell’anno precedente, con 2 ripartizioni ancora da effettuare prima della fine dell’anno).

Per quanto riguarda i singoli utilizzatori, i dati sono in linea con il passato recente (si registra una leggera flessione per Rai, probabilmente legata al palinsesto estivo con carenza di fiction recenti).


 

ShorTS International Film Festival Trieste 29 giugno – 7 luglio 2018
25 giugno 2018

 

ShorTS International Film Festival

(Visioni che sconvolgono le regole!)

19° edizione – Trieste 29 giugno – 7 luglio 2018

 

Anche quest’anno si ripresenta l’appuntamento estivo con ShorTS International Film Festival, che dal 29 giugno al 7 luglio 2018 porterà a Trieste decine di cortometraggi, opere già premiate nei maggiori festival internazionali e provenienti da oltre 30 paesi diversi. In programma anche una sezione Nuove Impronte dedicata alle migliori opere del cinema italiano emergente. Quest’anno sono stati selezionati sette lungometraggi che concorreranno al Premio speciale del Festival e a quello per la migliore sceneggiatura, premio istituito dall’Associazione Nazionale Autori Cinematografici (ANAC) in collaborazione con la direzione artistica del Festival.

I sette titoli che concorrono al premio sono:

La terra dell’abbastanza (2018) di Damiano e Fabio D’Innocenzo – I  fratelli D’Innocenzo, al loro film d’esordio, firmano un romanzo di immagini ambientato nella periferia di Roma, che parla di educazione criminale e destini segnati, presentato alla Berlinale 2018.

The End? – L’inferno fuori (2018) di Daniele Misischia – Prodotto dai fratelli Manetti, l’esordio cinematografico di Daniele Misischia è un apocalittico zombie-movie ambientato sullo sfondo di una Roma livida e indifferente, con protagonista Alessandro Roja.

Veleno (2017) di Diego Olivares – Diego Olivares, al suo secondo lungometraggio di finzione dopo I Cinghiali di Portici, realizza un melodramma civile nella tristemente nota “Terra dei Fuochi” .

Gatta Cenerentola (2017) di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone – Alessandro Rak, già autore del pluripremiato L’arte della felicità, da vita a una delle favole de Lo cunto de li cunti (50 fiabe in lingua napoletana edite fra il 1634 e il 1636 a Napoli) di Giambattista Basile.

Città giardino (2018) di Marco Piccarreda – Sei ragazzi, tra i 14 e i 18 anni, sono fermi nel centro di accoglienza aspettando di essere riconosciuti come “rifugiati. Il documentario ripercorre le lunghe giornate di attesa in un tempo che sembra sospeso.

Happy Winter (2017) di Giovanni Totaro – Attraverso la forma del documentario Totaro racconta un’estate a Mondello, nei pressi di Palermo. La spiaggia brulicante, meta estiva per molte famiglie in vacanza, si fa specchio delle contraddizioni della società italiana post crisi economica.

The First Shot (2017) di Federico Francioni e Cheng Yan –  Premiato nel 2017 alla Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro. Il documentario racconta un viaggio esplorativo alla ricerca dell’identità della nuova Cina dopo i noti fatti di Tienanmen.

I giurati di questa sezione sono il regista, sceneggiatore e produttore Sydney Sibilia, autore della trilogia Smetto quando voglio, la regista Giovanna Taviani, autrice dei documentari Ritorni e Fughe e approdi, l’attrice Elena Radonicich, nel cast di La porta rossa di Carmine Elia, il produttore Marco Alessi, fondatore della Dugong Films e l’agente di Officine Artistiche Daniele Orazi.

A seguire, il Festival, propone ulteriori stanze di approfondimento come ShorTS Virtual Reality, interamente dedicata ai cortometraggi girati in realtà virtuale, Shorter Kids’n’Teens sezione riservata ai giovanissimi e 24H ShorTS Comics Marathon, rivolto a disegnatori che si cimenteranno in una maratona artistica durante la quale, in sole 24 ore realizzeranno un cortometraggio a fumetti. Gli ospiti di quest’anno, sono i due registi e sceneggiatori romani Marco e Antonio Manetti (Manetti Bros. ) che incontreranno il pubblico dopo ogni proiezione, dai primi lungometraggi fino al pluripremiato Ammore e Malavita.

L’intero programma è possibile leggerlo all’indirizzo: http://www.maremetraggio.com 

 

 

 

 

 


 

Premio Lizzani 2018
21 giugno 2018

 
Per la quarta edizione del Premio Lizzani, riconoscimento parallelo della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia che viene assegnato all’esercente che si sia distinto per  la sua intensa attività di programmazione e promozione del cinema di qualità, segnatamente quello italiano, l’ Associazione Nazionale Autori Cinematografici, Flaminia e Francesco Lizzani invitano tutti i titolari / gestori degli esercizi che abbiano svolto un’ attività continuativa nella stagione sett. 2017- maggio 2018 in linea con l’idea del premio,  a presentare la propria candidatura.
Si richiede il cv personale, una scheda riassuntiva della storia della sala e un calendario sintetico della programmazione di qualità della sala nel periodo di riferimento.
I dossier dovranno pervenire via email all’indirizzo premiolizzani@anac-autori.it entro il 20 luglio 2018.

Il premio è organizzato in collaborazione con Roma Lazio Film Commission

La targa è stata  disegnata da Ettore Scola

 

 

 

Cinema d’iDEA – dal 28 giugno al 3 luglio Isola Tiberina

 

                            IL CINEMA E’ DONNA ALL’ISOLA TIBERINA: il nuovo Festival è Cinema d’iDEA

dal 28 GIUGNO – 3 LUGLIO al CineLab

 

L’ Associazione culturale La Tribù dell’ Arte, con il patrocinio dell’ANAC, Associazione Nazionale Autori cinematografici e di EWA, Rete di donne europee dell’Audiovisivo, presenta dal 28 Giugno al 3 Luglio 2018 la prima edizione del Festival Cinema diDEA, il cinema delle donne, al CineLab dell’Isola Tiberina, presso l’Isola del Cinema. Solo film diretti da donne.

A partire dalle 21, ogni sera, dopo una brevissima introduzione della curatrice della rassegna, Patrizia Fregonese de Filippo e una brevissima lettura dell’attrice Miriam Mesturino e di Blu Yoshimi, seguirà la proiezione di due film diretti da registe donne, italiane o straniere. Lungometraggi di finzione, documentari e cortometraggi dalla Norvegia, Giappone, Italia, Francia, Austria, Cina, Francia, USA etc. Il festival si apre con lo splendido film palestinese di Annemarie Jacir: Wajib – Invito al matrimonio.

Il Festival Cinema d’iDEA vuole rispondere all’esigenza di coprire quel gap, quel vuoto di punto di vista femminile che c’è nel cinema e nella società, come evidenziano recenti ricerche e dati. Basti pensare che nel mondo le registe donne sono solo il 7%. E in Italia ancora meno.

Ogni sera un incontro con un’ autrice, una regista o un’altra professionalità dello spettacolo. La seconda proiezione è prevista alle 22,30-23,00.

Ogni sera si parla di donne , di pari opportunità, di reali difficoltà delle donne nel mondo del cinema, dell’arte e non solo, e saranno raccolte proposte su cosa fare per dare maggiore visibilità al punto di vista femminile. La giuria ha come Presidente Silvia Scola.

 A questo è dedicato uno speciale Convegno il 1 Luglio alle 19,00, dal titolo: “7 e mezzo. Come creare ricchezza”.

Al convegno partecipano:
la nostra grande regista Liliana Cavani, che in tempi diversi è riuscita ad emergere e a portare il Cinema Italiano ai più alti livelli, Silvia Costa, parlamentare europea, Gianni Celata (Economista -Docente di Economia dell’Informazione e della Comunicazione presso La Sapienza di Roma), Maura Misiti per DEA (IRPPS Consiglio Nazionale delle Ricerche) , che ci informerà su ulteriori ricerche, Lidia Tarantini (psicologa junghiana e fondatrice della rivista Eidos e di ETNA ), Flavia Barca (membro commissione Mibact), Michela Fusaschi , Prof.ass. di antropologia culturale Università Roma Tre Dipartimento di Scienze Politiche.

Dai dati di EWA e del Mibact emerge questa realtà per troppo tempo sommersa: le donne nel cinema, come ovunque, fanno fatica. In Italia la percentuale di donne regista è la più bassa in Europa. Mancanza di talento? No, mancanza di opportunità.

Si uniranno a noi anche tutte le donne di WIFT &M Italia, la nuova associazione di donne italiana collegata alla Women in Film in Usa, che con Dissenso Comune collabora e che premierà l’attrice Maddalena Ischiale co-protagonista del film Unbroken di Angelina Jolie e del sequel che uscirà nel 2019. Inoltre Cinema d’iDEA è gemellato con il Festival di Creteil in Francia, Films de Femmes, il più antico e celebre, di cui potremo vedere alcuni film selezionati in concorso, con uno splendido Paris la blanche di Lidia Terki, in originale. La serata del 2 Luglio inizierà alle 19 con la presentazione del libro di Adriana Pannitteri “Cronaca di un delitto annunciato”.


 

Elezioni SIAE 13 giugno 2018 – liste TED 2018 Cinema
4 giugno 2018

 

Cara/o collega,

il 13 giugno, la SIAE rinnoverà i propri organi sociali in un momento estremamente complesso sia per l’incertezza del quadro politico, sia per quella che riguarda il nostro settore. Soprattutto a livello internazionale si prospettano una serie di scenari di utilizzo e sfruttamento delle nostre opere audiovisive che impongono e pretendono, da parte di tutti gli autori, la massima attenzione. E questo, come avrai saputo, nel momento in cui il monopolio della Siae è venuto meno ponendo a rischio l’efficacia stessa della tutela delle nostre opere e dei relativi diritti d’autore, segnatamente da parte dei nuovi operatori che utilizzano il Web.

Questo ci ha portato, a partire dall’incontro che organizzammo a Firenze nel 2016, a ricercare e ritrovare un’unità d’intenti con le altre Associazioni di categoria del nostro settore (100Autori, WGI, DOC.IT, ASIFA, AIDAC) non solo per ribadire i notevoli traguardi ottenuti, nella scorsa consigliatura, dalla Sezione Cinema della SIAE, ma per consolidarne i risultati, ponendoci l’obbiettivo di ottimizzare al meglio le tutele. Tutti insieme, quindi, per queste elezioni abbiamo dato vita a una Lista Unitaria, denominata TED 2018, nella quale, a rappresentare l’ANAC, sarò io stesso, in qualità di Presidente, a significare la valenza politica che tali elezioni hanno e possono avere. Forti, vogliamo essere forti e ben presenti nella tutela degli interessi della nostra grande categoria di cui siamo, da sempre, gli storici rappresentanti.

Per ulteriori chiarimenti ti invitiamo a consultare i documenti in allegato (Liste Cinema elezioni Siae 2018 e Vademecum); il sito della nostra coalizione SIAE (http://www.siaenext.com); il sito Anac (www.anac-autori.it) e il sito stesso della SIAE (https://www.siae.it/it/elezioni) e, a votare il 13 giugno la LISTA TED 2018 CINEMA in nome di un’unità degli autori che va ricercata, perseguita e conseguita nell’interesse comune.

A garanzia del miglior svolgimento delle elezioni sono state predisposte procedure telematiche che si affiancano a quella tradizionale, per avere ogni chiarimento su quella che vorrai utilizzare puoi contattare la segreteria dell’ANAC al numero  347-3568530 oppure chiamare direttamente Alessandro Occhipinti Trigona al 320-3246964.

Cordialmente
Il Presidente ANAC – Francesco Ranieri Martinotti

Liste Cinema elezioni Siae 2018

Vademecum


 
Pagina successiva »
 
 
ANAC - Associazione Nazionale Autori Cinematografici
Via Montello, 2 - 00195 Roma :: Tel.: +39 (06) 37.51.94.99 :: e-mail: info@anac-autori.it