ANAC - Associazione Nazionale Autori Cinematografici

 
 

Da Venezia a Roma- Al via da giovedì 14 la rassegna delle Giornate degli Autori al Cinema Farnese
12 settembre 2017

 

Con oltre 9mila spettatori si è chiusa a Venezia la 14° edizione delle Giornate degli Autori, che passa ora il testimone alla sua replica romana, in programma dal 14 al 20 settembre nell’ambito della rassegna ‘Venezia a Roma’.

La nostra vocazione è quella di incoraggiare, accompagnare, sostenere il coraggio, l’originalità, la diversità di voci che hanno il diritto di farsi sentire con tutta l’autorevolezza che il marchio ideale di Venezia garantisce al mondo”, dichiara il delegato generale, Giorgio Gosetti.

Come da tradizione, la rassegna si svolgerà esclusivamente presso il Cinema Farnese (Piazza Campo de’ Fiori, 56) grazie anche alla disponibilità del titolare Fabio Amadei. Nelle sette giornate sarà presentata quasi integralmente la selezione veneziana promossa da Anac e 100autori, arricchita dalla presenza degli autori dei film italiani. Si comincia subito il primo giorno, giovedì 14 alle ore 20,30 con Il contagio di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini, storia ambientata in una palazzina di una borgata romana e sospesa tra il tragico e il comico. Venerdì 15 alle 20,30 Vincenzo Marra presenterà L’equilibrio. Vincitore del premio Lanterna Magica, il film racconta del dilemma di un sacerdote campano su quale sia la scelta migliore da compiere in una terra ‘abbandonata’. Irrinunciabile chicca è il cortometraggio noir The Millionairs di Claudio Santamaria, che l’attore-regista presenterà al pubblico mercoledì 19 alle 20,30. Mercoledì 20 alle ore 20,00 Irene Bignardi, sceneggiatrice del film Raccontare Venezia diretto da Wilma Labate, dialogheranno con il pubblico in sala insieme alla regista. Un’altra opera italiana di assoluto interesse è Il risoluto di Giovanni Donfrancesco, documentario sull’agghiacciante esperienza di un soldato-bambino cresciuto nei ranghi della X-Mas ( sempre mercoledì 20 alle ore 16). Da non perdere i film del Palmares: la giuria delle Giornate degli Autori, presieduta dalla regista iraniana Samira Makhmalbaf ha premiato con il Director’s Award, Candelaria di J.H. Hinestroza (domenica 17 ore 18,30 e in replica martedì 19 alla stessa ora) storia di una coppia di settantenni nell’Havana del 1994 alle prese con una videocamera trovata tra le lenzuola sporche nell’hotel dove lavora la donna; Longing dell’israeliano Savi Gabizon (sabato 16 ore 20 e lunedì 18 ore 17), vincitore del premio del pubblico, racconta di un imprenditore che cerca di sapere chi è suo figlio, avuto vent’anni prima a sua insaputa. In Looking for Oum Kultum della visual artist S. Neshat, s’intrecciano la vita della leggendaria cantante del mondo arabo Oum Kultum e le vicende personali di una regista che sta realizzando un film su di lei (domenica 17 ore 20,15).

Per gli amanti del Burlesque segnaliamo : Getting naked: a burlesque story sabato 16 ore 22.

Non ultimo, tra gli eventi speciali realizzati alla Villa degli Autori si replicherà ad ingresso libero su gentile concessione del Presidente dell’Istituto Luce, Roberto Ciccutto, la proiezione del cortometraggio di 35’ riscoperto tra gli archivi di Cinecittà, realizzato da Ermanno Olmi presumibilmente nel 1968; l’anno, citato sul cartello in testa alla pellicola con il marchio di una multinazionale farmaceutica, la Sandoz, ne indica la probabile natura di commissione su un tema sensibile, in un anno cruciale nella storia dei giovani. La moviola ne rivelava il titolo: Il tentato suicidio nell’adolescenza. Vi segnaliamo questa opera pregiata come da non perdere, soprattutto perché ci si ritrova conservato il cinema dell’autore degli anni ’60 e ’70, e il suo tocco di sempre.

Al di fuori del programma delle Giornate degli Autori infine, lunedì 18 il Cinema Farnese propone anche Lievito madre – Le ragazze del secolo scorso di Concita De Gregorio ed Esmeralda Calabria (ore 19) e La voce di Fantozzi di Mario Sesti (ore 20,30), alla presenza degli autori.

In occasione della rassegna “Da Venezia a Roma” e della 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, si inaugurerà alle ore 19:00 di giovedì 14 settembre, la mostra personale che l’artista FABIANA IACOLUCCI, ha voluto dedicare alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. La mostra che comprenderà opere varie tra pittura e disegni, dal titolo “COLOR SCRIPT” verrà arricchirà gli spazi del foyer antistanti la storica sala di Campo de’ Fiori e rimarrà aperta fino al 14 ottobre. Sarà visibile gratuitamente durante il normale orario di apertura.

Infine si ringrazia il Ristorante Obicà di Campo de’ Fiori che offrirà un cocktail di benvenuto a tutti i clienti che parteciperanno alla serata di giovedì 14 settembre a partire dalle ore 19,00, e che ha creato un menu dedicato alle repliche romane dei film selezionati all’importante Mostra Cinematografica. L’accesso e’ riservato ad un prezzo privilegiato per tutti i clienti che saranno in possesso di un biglietto della rassegna.


 
 
 
ANAC - Associazione Nazionale Autori Cinematografici
Via Montello, 2 - 00195 Roma :: Tel.: +39 (06) 37.51.94.99 :: e-mail: info@anac-autori.it